public/

La collaborazione Comune-Regione per lavori pubblici, trasporti, urbanistica

“Nei prossimi mesi Noci sarà un cantiere aperto”. Con questa frase l’assessore ai lavori pubblici del Comune di Noci Rocco Mansueto ha aperto l’incontro con la stampa svoltosi martedì pomeriggio al palazzo comunale a cui ha partecipato anche l’assessore regionale Gianni Giannini.

A fare gli onori di casa è stato il Sindaco Domenico Nisi, che ha salutato i rappresentanti degli organi di stampa e l’Assessore Giannini per aver accolto l’invito a partecipare a questo incontro. “A nome di tutta comunità nocese rinnovo il ringraziamento all’Assessore Giannini per la vicinanza sempre dimostrata al nostro territorio, che certamente conferma anche la capacità nostra, dei nostri uffici e tecnici, di lavorare bene, rispondendo prontamente alle possibilità di finanziamento offerte. Una sinergia che ha consentito e consentirà ancora di portare a casa risultati importanti”.

Durante la presentazione dei progetti prossimi alla cantierizzazione l’assessore Mansueto ha illustrato la messa in sicurezza, tramite rotatorie, di ben cinque incroci: via Mottola-Castellaneta, via Martina Franca, via Foggia di Totos-via Scotellaro, via Di Vittorio. Su questa base, di incroci semaforizzati ne resterebbero soltanto due, quello di San Domenico e quello di via Tommaso Siciliani. “Il buon ingresso in paese - dice Mansueto – avrà riflessi positivi sia per chi viene a Noci a lavorare che per il turismo”. Inoltre l’assessore rende noto che, dopo l’approvazione in Consiglio Comunale, saranno avviati lavori per un’ampia area parcheggio nei terreni posti tra la stazione ferroviaria e la bretella di via Keltz. L’area sarà capace di ospitare 80 posti auto e 8 posti autobus.

Sulla mitigazione del rischio idrogeologico è intervenuto l’assessore Giannini il quale ha anche ricordato che a Noci è stato avviato un progetto sperimentale del fieno idroponico che può essere sfruttato nel settore zootecnico. “E cito – dice ancora l’assessore regionale Giannini - la sistemazione dell’acquedotto rurale tra Gioia del Colle e Noci; gli interventi realizzati presso Lago Milecchia, gli interventi presso la Scuola Giovanni XXII; quelli sulla viabilità. Per tutte questa azioni, certamente il merito è della Regione, ma anche della capacità progettuale del territorio. È finita l’epoca della distribuzione a pioggia di risorse. Se Noci ha ricevuto queste risorse è perché ha presentato progetti fattibili, cantierabili, immediatamente realizzabili”.

Non poteva mancare un passaggio sui trasporti pubblici. “La Regione ha attivato lo scorso anno una linea diretta Bari-Gioia del Colle-Noci, che specie nelle ore di punta, ha agevolato molto i nocesi pendolari – ha ricordato il Sindaco – Meritevole è anche l’attivazione della Circolare della Valle d’Itria che collega la collina al mare, facilitando gli spostamenti di turisti e residenti”.

Info notizia

Altre di comunità

26 giugno 2020

Rinviata la seconda edizione di Birra G'Nostra

26 giugno 2020

Al via i cantieri presso le scuole "Pascoli" e "Giovanni XXIII"

24 giugno 2020

Ferrovie del Sud Est - Noci tra le fermate della circolare Valle d'Itria Link

Commenta questa notizia