public/

Sotto il sole

Si svolgeranno con molta probabilità a settembre (in due giorni, 20 e 21 per allungare il tempo a disposizione ed evitare assembramenti) le elezioni regionali, che riguarderanno anche la nostra Puglia. E così, mentre arrivano le ufficializzazioni delle candidature alla presidenza, cominciamo a familiarizzare con l’idea di una campagna elettorale che si esprimerà principalmente sotto il sole di agosto.

Tra vecchie e nuove conoscenze, aleggia su questa tornata un certo rammarico per il fatto che la nostra politica non sia riuscita, negli ultimi anni, ad esprimere nomi “pesanti”, tanto da essere quasi costretta ad usare la tecnica del “riciclo”.

Le tecniche di marketing che saranno utilizzate saranno senz’altro innovative, se non più impegnative: i classici comizi potranno andare definitivamente in pensione, perché sotto il sole di agosto sarà difficile riunire ascoltatori. Si spera che, tra gli ombrelloni posti a distanza di sicurezza (così dicono), non ci tocchi imbatterci in giovanotti e signorine intenti a distribuire santini elettorali: sarebbe certamente dannoso per la nostra ricerca di relax in riva al mare.

Avanti comunque, avanti a candidati presidenti e candidati consiglieri, che con spirito di abnegazione proclameranno idee, iniziative e programmi, riempendoci ancora una volta di chiacchiere. Perché, dette in primavera piuttosto che in estate, sempre chiacchiere restano.

 

Foto: RaiNews

Info notizia

25 giugno 2020

Altre di redazionali

26 giugno 2020

Minz ò Merchèt, la vignetta della settimana

09 giugno 2020

Minz ò Merchèt, la vignetta della settimana

03 giugno 2020

Minz ò Merchèt, la vignetta della settimana

Commenta questa notizia