public/

Covid-19, stretta sugli spostamenti: a Noci 21 denunce

Inasprimento per chi non rispetta le regole. Il Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte nella conferenza stampa di ieri ha comunicato le nuove misure previste nelle linee guida del suo ultimo Decreto.

Per quanto riguarda gli spostamenti vi è una sanzione amministrativa da 400 a 3000 euro in caso di spostamenti non dettati da comprovate esigenze di necessità: "La sanzione è aumentata di un terzo", ha dichiarato il premier, "se il trasgressore è alla guida di un veicolo". Ma "non c’è alcuna confisca del mezzo". Il nuovo Decreto prevede anche la punizione col carcere da uno a cinque anni per chi è in quarantena perché positivo al Coronavirus ed esce intenzionalmente di casa violando il divieto assoluto di lasciare la propria abitazione. Si incorre in un reato contro la salute pubblica, provocando il diffondersi dell’epidemia. Per quanto riguarda le attività commerciali invece è prevista la "chiusura dell’esercizio o dell’attività da 5 a 30 giorni" se si violano gli obblighi.

Nel frattempo a Noci, prima della stretta comunicata ieri dal premier Conte, erano 21 le denunce a piede libero formalizzate ed inviate in Procura dalle Forze dell’Ordine (Carabinieri e Polizia Municipale). Ora, visto l’inasprimento delle sanzioni che prevedono addirittura il carcere, l’attenzione dei nocesi a restare a casa deve essere massima.

Info notizia

Altre di comunità

04 aprile 2020

COVID-19: Misure per contenere il contagio ed info utili

04 aprile 2020

La Settimana Santa in streaming, il programma

04 aprile 2020

Nisi: Mi raccomando, restate a casa

Commenta questa notizia