public/

A Martina Franca immagini dal senso romantico in un suggestivo angolo del borgo pugliese

Ritorna a Martina Franca (Taranto) una mostra d’estate di fotografie di Marcello Nitti,  denominata‘Soul Senses’,‘Sensazioni dell’animo’, dal 16 giugno a fine luglio. Il luogo dell'esposizione è sempre lo stesso, nei vicoli del suggestivo centro storico della dinamica cittadina pugliese, in via Agesilao Milano n.13, con l’elegante allestimento realizzato da Print Me, dove si era conclusa la scorsa estate, con successo ed interesse di pubblico, la precedente mostra. le immagini riportano squarci di vita ed oggetti della quotidianità trasfigurati da momenti di impalpabili ed irripetibile giochi di luce che ammantano di surrealità ciò che l’osservatore vede.

L'esposizione delle fotografie è in esterni con orario dalle 17.30 alle 20:00 e dunque a luce naturale per cui è consigliabile vedere la mostra tra le 18:00 e le 19:00 quando la visibilità è ottimale. L'evento viene presentato dal direttore di FotoArte, Raimondo Musolino, Sulla sua tecnica fotografica, Marcello Nitti chiarisce di non usare rielaborazioni successive, niente di più di quello che si faceva in camera oscura con la fotografia analogica. Si può dire che non abbia una tecnica particolare, ma gli piace lavorare con la luce naturale. “A volte per scattare una fotografia aspetto mesi per trovare la luce che voglio”. Nella sua tecnica è uso scattare due o tre foto con un solo clic e, senza alcuna manipolazione digitale, trasponendole su carta “fine art” con inchiostro di alta qualità in medi e grandi formati. Il foto-artista Nitti ha dichiarato in varie circostanze di apprezzare la parte romantica e pittorica della fotografia, pur considerandosi  un fotografo moderno. Per  cui se la fotografia ricorda  un dipinto vuol dire che, per lui, la realtà somiglia ad un dipinto. Afferma infatti che “se vi è manipolazione dell’immagine è una cosa, ma se la realtà è quella che ce la fa sembrare un dipinmto allora la bravura del fotografo sta nel cogliere la realtà in quel modo. Mi piace che una fotografia somigli ad un dipinto, perché vuol dire che si è riuscito nell’intento di fare della realtà un quadro che induce a sognare”.

Dopo quattro mostre in Svezia negli anni scorsi, questa mostra personale in è la seconda in Italia, e Martina Franca è stata scelta sia perché la Puglia è la terra d’origine dell’autore, sia perché la regione resta una fonte di ispirazione unica e feconda per i suoi lavori. D’altra parte, la cittadina è nota per la sua sensibilità ad ospitare eventi culturali di ampio respiro e prestigio come il noto Festival della Valle d’Itria, la cui 48a edizione è programmata dal 19 luglio al 6 agosto.  La mostra ben si connette alla vivace estate culturale locale.

L'artista tarantino è un fotografo professionista. Ha documentato con passione e dedizione trent’anni di soggetti musicali e di varia umanità in immagini, affiancando questa sua attività fotografica a una miriade di altre iniziative, giornalistiche, radiofoniche, di promozione musicale in varie sedi. In questi anni ha incrementato il suo impegno nel campo della fotografia artistica, sviluppando e perfezionando tecniche personali innovative, realizzando opere fotografiche tutt’oggi esposte e apprezzate in Nord Europa. La sua fotografia è il risultato di uno studio tecnico che trova la sua fonte nella sperimentazione delle possibilità e dei limiti della macchina fotografica. La ricerca è volta a rappresentare anche un astrattismo che in particolari condizioni il mezzo tecnico utilizzato produce, realizzando immagini che colgono versioni differenti della naturale percezione visiva, esplorano l’ignoto e svelano un mondo precluso alla nostra conoscenza soggettiva e razionale.

Nel 2007 con Giuseppe Basile ha costituito l’Associazione Culturale no-profit “Geophonìe”, che cura archivi fotografici e documentazioni, stampa d’epoca ed esperimenti editoriali volti a valorizzare patrimoni amatoriali di collezioni private, in ambito musicale, o a supporto di artisti e autori, in ambito fotografico e letterario. 

Info notizia

17 giugno 2022

Altre di cultura

04 luglio 2022

Quattro nuove strade intitolate a nostri concittadini

18 giugno 2022

18-19 giugno: ESSERI URBANI Side Event #4

17 giugno 2022

“WIND DAY” È IL PRIMO SINGOLO DI CHECCO CURCI

Commenta questa notizia