public/

Offese all'ing. Conforti. La replica dei giornalisti Longo e Scagliarini

Riceviamo e pubblichiamo la replica dei giornalisti Giovanni Longo e Massimiliano Scagliarini all'articolo pubblicato su NOCI gazzettino online (file allegato) che riporta la nota dell'avv. Mario Forti sulla chiusura delle indagini della Procura della Repubblica di Bari riguardante l'articolo dei giornalisti Scagliarini e Longo (La Gazzetta del Mezzogiorno) intitolato “ Affari tra politici e pregiudicati”.

_________________________________

In relazione all’articolo “Offese all’ing. Conforti terminate le indagini della Procura” pubblicato sul vostro sito il 22 maggio, desideriamo fornire la seguente precisazione che vorrete pubblicare a titolo di rettifica e senza commenti.

Il comunicato stampa dell’avvocato Forti fa riferimento a un avviso di conclusione delle indagini che ci è stato notificato nel corso del mese di settembre 2019 e che viene - in maniera inusuale - tirato fuori ben otto mesi dopo, nonostante la Procura di Bari - per quanto ci risulti - a oggi non abbia ritenuto di dover esercitare l’azione penale nei nostri confronti. L’ipotesi di diffamazione a mezzo stampa scaturita dalla querela dell’ingegner Conforti non è dunque stata sottoposta al vaglio di un giudice, come il codice prevede e come l’avvocato Forti dovrebbe sapere. Sia che ne venga chiesta l’archiviazione dalla stessa Procura, sia che si arrivi a un processo, un imparziale esame dei fatti non potrà che stabilire l’assoluta legittimità del nostro articolo in quanto espressione del diritto di cronaca. Suggeriamo, dunque, di contenere le espressioni di gratitudine e di attendere, rispettosamente, il corso degli eventi.

Con ogni riserva di legge.

Bari, 27 maggio 2020

Giovanni Longo

Massimiliano Scagliarini

Photogallery

clic x zoom

Info notizia

27 maggio 2020

Altre di cronaca

29 giugno 2020

Muore soffocato. Tragedia a Noci

25 giugno 2020

Furti in appartamento, Carabinieri recuperano utilitaria

22 giugno 2020

Carabinieri arrestano corriere nocese della droga

Commenta questa notizia