public/

Le proposte di "Insieme Noci" in Consiglio Comunale

Riportiamo, di seguito, un comunicato stampa a cura del gruppo "Insieme Noci", attuale minoranza in Consiglio comunale. La nota segue i lavori dell'assise dello scorso 4 maggio in attesa del prossimo Consiglio previsto per domani 15 maggio (in videoconferenza).

__________________________________________

LA MINORANZA SI FA “SENTIRE” IN CONSIGLIO COMUNALE

Un Consiglio Comunale molto animato quello andato in scena lo scorso 4 maggio presso l'aula Consiliare di Palazzo di Città. Il primo Consiglio al tempo del Covid-19, andato in scena con tutte le precauzioni necessarie, ha visto il gruppo di minoraranza sugli scudi. 

Un Consiglio interminabile (cinque ore, la durata) che ha visto come protagonisti il gruppo di minoranza animare il dibattito con argomentazioni valide ed articolate. Il "portavoce", il Consigliere Stanislao Morea, si è reso protagonista di vari interventi atti alla formulazione di proposte per "provvidenziali" delibere di prossime variazioni di bilancio. Infatti il gruppo composto da Stanislao Morea, Antonio Mansueto, Giuseppe D'Aprile e Giandomenico Miccolis, hanno provveduto nella stesura di una missiva indirizzata al sindaco Nisi e al Presidente del Consiglio Comunale, che è stata acquisita agli atti. 

Il gruppo coeso ha sottoposto alla valutazione dell'assise cittadina otto punti di massima importanza. Tutti i punti proposti vengono formulati poiché resi necessari dalla situazione emergenziale che l'intera nazione sta vivendo.

Sotto la lente d'ingrandimento dei Consiglieri di minoranza vi è la voglia di una breve auspicata risoluzione delle problematiche poste in essere dalle restrizioni rese necessarie dal periodo emergenziale. Negli otto punti posti all'attenzione si sollecita in primis l'intervento degli Enti Territoriali superiori quali Città Metropolitana e Regione Puglia al coordinamento e alla verifica normativa per attuare le proposte, inoltre si richiede l'apertura di un tavolo Comunale con tutte le associazioni di categoria e portatori di interesse per impostare un piano di ripartenza con la massima coesione di impostazione e coinvolgimento degli stessi. 

Nella missiva posta agli atti, il gruppo chiede la sospensione immediata della TARI per le attività economiche danneggiate, l'esenzione per l'anno in corso della tassa per l'occupazione del suolo pubblico e l'implementazione dello spazio esterno per l'adeguamento delle misure derivanti dalla normativa Covid-19.

Altri punti  importanti delle proposte sono le rivisitazioni di pagamento( tempi e sconti..) da parte dei nuclei familiari di IMU e TARI. Grande attenzione nella missiva è dedicata alle famiglie con l'eventuale rimborso del servizio di mensa e di trasporto, e con l'utilizzo di fondi  per l'assegnazione agli stessi, qualora venissero rilevate criticità per l'assegnazione di contributi per il pagamento delle utenze.Inoltre particolare attenzione nelle proposte è dedicata al rilancio e alla ripartenza delle attività commerciali.

CON NOTA A PARTE SI RIPORTA L’INTERO DOCUMENTO.

Per quanto attiene il bilancio e al DUP (documento unico di programmazione) è stato stigmatizzato la “superficialità” programmatica, la scarsa attenzione alla verifica dei punti programmatici e soprattutto la lentezza nella fase realizzativa. Dalla lettura del bilancio proposto, emerge l’aspetto “ragioneristico” dello stesso e manca totalmente di una visione politica lungimirante. C’è l’impegno a ritornare sull’argomento approfondendo punto per punto tutte le criticità.

 

COMUNICATO STAMPA

GRUPPO INSIEME NOCI

Info notizia

14 maggio 2020

Altre di politica

04 giugno 2020

"Italia Viva" sulla riapertura delle scuole

04 giugno 2020

2 giugno, Rapanà: "Fare fronte comune per la nuova politica"

04 giugno 2020

2 giugno: Il Partito Comunista nelle Piazze

Commenta questa notizia