public/

La musica per ricordare p. Anselmo Susca

All'imbrunire di domenica dello scorso 18 settembre i Benedettini di "Madonna della Scala" hanno favorito e ospitato nella chiesa per la seconda volta, dopo un'interruzione biennale causata dal Coronavirus-19, un Concerto di Canto gregoriano e di Musica sacra. L'ha goduto un numeroso pubblico, nel decennale della morte (2012 – 2022) di p. Anselmo Susca osb.

Il precedente Concerto di musica gregoriana lo tennero nella prima settimana di agosto c.a. gli alunni del Corso di Canto sacro sotto la direzione del M° Letizia Butterin. Questo Corso ha avuto luogo dopo due anni d'interruzione causata dal Covid-19. Di esso, tenuto annualmente in estate, p. Anselmo Susca, diplomato in Gregoriano a Solesmes, fu ideatore e solerte realizzatore in accordo con il Conservatorio Piccinni di Bari.

I Corsi, che contribuirono a far conoscere, stimare e frequentare perfino da non europei la città di Noci, terminavano sempre con densi Concerti Gregoriani diretti dal docente responsabile del Corso alla presenza di autorità ecclesiastiche, amministrative e politiche pugliesi.

Il Concerto del 18 settembre scorso ha inteso anche rilevare l'afflato fervido per il Canto gregoriano e quello sacro, che p. Anselmo cercava d'infondere in vari modi e progetti (uno ne pensava e cento ne attuava, ma sempre in collaborazione) negli alunni di detti Conservatori, in Novum Gaudium (la prima Schola polifonica nata dalla suo genio audace e  mai soddisfatto, denominata ora Ensemble vocale Novum Gaudium dalle attuali eredi musicali), in scuole pubbliche dove lo s'invitava a parlarne o a insegnarlo (per esempio nella scuola popolare musicale molfettese “A. Dvorak" di don Salvatore Pappagallo), nel Seminario Regionale Pugliese e nell'abbazia di Montecassino, senza trascurare la nostra comunità monastica dove mostrava il suo talento musicale e la grinta di esigente maestro di coro.

Le due parti del Concerto, diverse per tematica e stile, tenuto dall'Ensemble vocale Novum Gaudium e dal Veris Chorus in grata memoria di p. Anselmo davanti a numerosi esperti e appassionati di canto sacro, hanno evidenziato in parte la sua verve gregorianistica. La manifestazione canora ha avuto inizio con il benvenuto e il ringraziamento del nostro priore amministratore, il benedettino nocese Don Vito Goffredo, ai presenti (promotori, organizzatori e concertisti, amici di p. Anselmo e nostri, quali l'ex-senatore Piero Liuzzi, alunni e professori dei Conservatori di Bari e di Monopoli, un gruppo di Suore) Don Goffredo ne ha rievocato la personalità di monaco e musicista; ne ha rilevato passione e competenza musicale non solo gregoriana, l'incisiva sicurezza di maestro di coro, di fondatore e organizzatore dei Corsi gregoriani, di ricercatore di reperti musicali in Puglia. Infine ha elogiato il Canto gregoriano affermando che esso, quando è ben eseguito nelle celebrazioni liturgiche, eleva i cuori dei fedeli e suscita sentimenti sublimi.

Questo Incontro artistico settembrino in memoria di p. Anselmo Susca (sarebbe stato significativo una sua grande foto davanti al pubblico) è terminato con un vivace pezzo d'organo eseguito dal Tannoia (Concerto bachiano trascritto da Vivaldi) e con i ringraziamenti di don Vito Goffredo. Soddisfatto in pieno il pubblico, che ha dimostrato la propria gioia con calorosi applausi, la richiesta di un bis e le congratulazioni ai singoli Maestri e Concertisti.

p. Gennaro Antonio Galluccio osb

Info notizia

28 settembre 2022

Altre di cultura

26 novembre 2022

Fur...fanti o Santi secondo Nicola Simonetti

24 novembre 2022

26 novembre. Giampiero Scatigna presenta a Noci il suo romanzo

21 novembre 2022

25 novembre: Nicola Simonetti presenta il suo nuovo libro 'Fur...fanti o Santi'

Commenta questa notizia