public/

Il Consiglio Comunale approva tutti punti all’Ordine del Giorno

Si è tenuta lo scorso 30 maggio una seduta del Consiglio comunale. Dopo la lettura ed approvazione verbali sedute 14 febbraio 2022, del 2 marzo 2022 e del 29 aprile 2022, si è passati alla discussione del Rendiconto della gestione dell’esercizio finanziario 2021, atto attraverso il quale si dimostrano i risultati di gestione e che comprende il conto di bilancio, il conto economico e lo stato patrimoniale.

Detto che l’Ente non risulta deficitario secondo i nuovi parametri definiti nel Decreto del Ministero degli Interni, di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze del 28 dicembre 2018, il risultato di amministrazione al 31.12.2021 e di € 6.789.114,51, di cui € 4.292.638,35 corrispondono alla parte accantonata (crediti di dubbia esigibilità, fondo contenziosi e altri accantonamenti); € 62.305,90 corrispondono alla parte vincolata; € 268.527,79 corrispondono alla parte destinata agli investimenti; e € 2.165.642,47 corrispondono alla parte disponibile (avanzo). Risultano, infine, € 7.000,00 di debiti fuori bilancio. Sul punto sono intervenuti, oltre al sindaco Domenico Nisi, i consiglieri Stanislao Morea, Vito Plantone e Paolo Conforti. Il Rendiconto di gestione 2021 è stato approvato con 11 voti favorevoli, 4 contrari e 1 astenuto.

Si è dunque passati alla discussione delle Modifiche al regolamento del Canone Unico Patrimoniale, ovvero la tassa e il canone per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche, l’imposta comunale sulla pubblicità e il diritto sulle pubbliche affissioni, il canone per l’installazione dei mezzi pubblicitari e il canone per i cartelli pubblicitari relativi alle strade comunali. La proposta di modifica al Regolamento approvato con Delibera di Consiglio Comunale del 31.05.2021 riguarda sostanzialmente le scadenze di pagamento e l’ammontare del canone nei casi di comproprietà dei passi carrabili. Le modifiche, approvate con 11 voti favorevoli e 5 astenuti, hanno validità a far data dal 1 gennaio 2022.

All’attenzione dell’assise, quindi la conferma delle aliquote dell’Imposta Municipale Propria (IMU) per l’anno 2022, a valere dalla data del 1 gennaio 2022, così come di seguito definite: aliquota 0,55% per l’abitazione principale (categorie catastali A/1, A/8 e A/9 e relative pertinenze con detrazione di € 200,00 rapportati al periodo dell’anno durante il quale si protrae tale destinazione; nel caso in cui l’unità immobiliare sia adibita ad abitazione principale da più soggetti passivi, tale detrazione si applica a ciascuno di essi in percentuale alla quota per la quale tale destinazione si verifica; la detrazione si applica anche agli alloggi regolarmente assegnati dagli istituti autonomi per le case popolari (IACP) o dagli enti di edilizia residenziale pubblica; aliquota 0,99% per altri immobili e aree edificabili (escluso categoria D); aliquota 0,96% per i fabbricati di categoria D (esclusi D10); aliquota 0,08% per fabbricati rurali strumentali. Sono esenti dal pagamento dell’IMU i terreni agricoli ubicati nel territorio di Noci. Il provvedimento è stato con 11 voti favorevoli e 5 astenuti.

Ultimo punto all’ordine del giorno, l’approvazione delle Aliquote per l’addizionale IRPEF 2022, valide dal 1 gennaio 2022 e definite come segue: aliquota unica pari allo 0,8%; esenzione dal pagamento per tutti coloro che risultino titolari di un reddito complessivo IRPEF non superiore a € 12.000,00. Si è calcolato, per il 2022, un gettito presuntivo di € 1.240.000,00. Il provvedimento è stato con 11 voti favorevoli e 5 astenuti.

Info notizia

02 giugno 2022

Altre di politica

02 luglio 2022

4 luglio, si torna in Consiglio comunale

29 giugno 2022

Il Consiglio vota per la cittadinanza onoraria al "Milite Ignoto"

25 giugno 2022

NOTARNICOLA CONVOCA UN NUOVO CONSIGLIO COMUNALE IL 28 GIUGNO

Commenta questa notizia