public/

Dante Alighieri, una targa per due poeti

Le celebrazioni in Italia e nel mondo del 700° anniversario della morte del sommo poeta Dante Alighieri hanno focalizzato l'attenzione sull'interesse internazionale che l'opera del Sommo Poeta italiano ha suscitato nel tempo. Questo interesse ha portato, all'inizio del XX secolo, a una prima traduzione finlandese del suo capolavoro, la Divina Commedia, realizzata dal grande poeta nazionale finlandese Eino Leino (1878-1926). Leino tradusse il poema durante il suo soggiorno romano tra il 1908 e il 1909, abitando in una pensione in un palazzo del quartiere Prati.

Da cinquant'anni una targa marmorea, installata dal Comune di Roma sulla facciata del palazzo in Lungotevere Prati 17, ricorda quel soggiorno romano e il motivo di esso. La targa venne inaugurata, presente il sindaco dell’epoca, Clelio Darida, il 1 febbraio 1971 dal presidente finlandese Urho Kekkonen durante la sua visita di Stato in Italia. il testo dell'iscrizione recita: “in questa casa negli anni 1908 – 1909 il grande poeta finlandese Eino Leino tradusse la Divina Commedia con amore ispirato all'universalità di Roma”.

Su proposta del giornalista italiano, il nocese Gianfranco Nitti, profondo conoscitore della Finlandia, e corrispondente di mass media finlandesi in Italia da oltre 30 anni, la targa è stata pulita e restaurata dall'ufficio competente del Comune di Roma e “re-inaugurata” il 13 settembre 2021; per singolare coincidenza, Dante morì lo stesso giorno a Ravenna nel 1321. Commenta Nitti “ho pensato fosse un bel modo per ricordare due grandi poeti, così lontani nel tempo e nella storia ma legati dalla stessa arte della poesia; e il Comune di Roma ha ben compreso questo sentimento”.

Info notizia

26 novembre 2021

Altre di cultura

07 gennaio 2022

"Premio Noci per la storia locale": Presentati 20 lavori

30 dicembre 2021

I vincitori del Concorso "Mercadante"

27 dicembre 2021

Il “Christmas Songs” della Banda S.Cecilia-G.Sgobba

Commenta questa notizia