public/

Ciao Raffaella

Ricordi e commenti che si susseguono da ieri pomeriggio, dal momento in cui vi è stato l’annuncio della scomparsa di Raffaella Carrà. La sua presenza in mezzo a noi, per il tramite di quello strumento (la TV) che sarebbe diventato ben presto più che familiare nelle nostre case, è stata sempre discreta, come volevano i tempi, anche se in rottura con le regole, appunto, voluti dai tempi.

La Carrà ha portato in pubblico le prime “nudità” - il suo ombelico ha fatto la storia della televisione e del costume - così come ci ha “insegnato”, e nel secolo scorso non era facile, l’esistenza di un modello di famiglia lontano dai canoni dell’epoca. E ciò senza mai dare scandalo, perché la Raffaella nazionale era una di noi, una di famiglia, una che non si giudicava. Si amava e basta.  E si amerà per sempre.

Ciao Raffaella!

Info notizia

06 luglio 2021

Altre di redazionali

27 agosto 2021

Buona scuola sicura e proficua

06 maggio 2021

Minz ò Merchèt, la vignetta della settimana

14 aprile 2021

Minz ò Merchèt, la vignetta della settimana

Commenta questa notizia