public/

Lega Noci: No al centro di stoccaggio rifiuti

La Lega Noci vuole vederci chiaro su un progetto, già approvato in Consiglio Comunale, che vedrebbe sorgere un centro di stoccaggio rifiuti in Strada Vicinale Scarle, nei pressi dell’impianto di depurazione di Aqp a Monitilli, lungo la provinciale per Gioia del Colle. Sentiti i pareri dei residenti, la sezione locale del partito di Salvini ha avviato una raccolta firme all’interno della propria sede di via P. Umberto, che solo nel primo weekend di agosto ha raccolto più di 100 firme, per bloccare il progetto ed ha inviato in redazione una nota in cui definisce “scellerata” la decisione dell’amministrazione comunale.

Scellerata è la decisione dell’attuale amministrazione nel realizzare, in un territorio a forte vocazione agricola, in cui sono presenti aziende agricole, strutture ricettive e svariate abitazioni, un nuovo centro di stoccaggio – scrive la Lega Noci nella nota - Come per magia, spunta l’individuazione di un’area ad alta valenza ambientale già urbanizzata a poca distanza dal centro abitato, pronta ad intercettare finanziamenti agevolati ma che mette malumore nei residenti della zona e in un gran numero di cittadini nocesi. Soltanto a febbraio alla 40° Bit 2020 di Milano - (Borsa Internazionale del Turismo) il sindaco Domenico Nisi dichiarava di aver aderito al progetto "Costa dei Trulli" con l'ambizione di offrire un contributo di diversificazione dell'offerta turistica del nostro territorio valorizzando i muretti a secco, identificati dall'UNESCO patrimonio dell’umanità, organizzando interessanti tour alla scoperta degli antichi cammini e di masserie storiche. Oggi a distanza di pochi mesi la musica è cambiata. Il turista oltre alle masserie, ai muretti a secco e agli antichi cammini, “ammirerà” un enorme centro di stoccaggio in cui defluiranno anche i rifiuti dei paesi limitrofi. Progetto che questi hanno rigettato”.

Interpellato, così risponde Angelo Dalena, segretario della sezione locale della Lega e firmatario del comunicato: “Penso che l'attuale amministrazione dovrebbe recarsi in loco, ascoltare e recepire dal vivo le preoccupazioni dei cittadini, tenendo conto delle loro richieste piuttosto che decidere, come accade ormai da tempo, nelle quattro mura del palazzo le sorti del paese. Tantissimi sono i nocesi che si stanno mobilitando per opporsi alla realizzazione del nuovo centro di stoccaggio sul nostro territorio. La Lega, come sempre si schiererà in favore dei cittadini e si opporrà con tutti i mezzi a disposizione affinché questo improponibile progetto venga rigettato o per lo meno destinato ad un’area più consona”.

Oltre alla raccolta firme che farete?

Nei prossimi giorni presenteremo una richiesta di accesso agli atti con la speranza che almeno questa volta qualcuno dal palazzo comunale si degni a darci una risposta”.

Info notizia

Altre di politica

29 settembre 2020

Il PD Puglia e le nuove Consigliere. Presente Lucia Parchitelli

28 settembre 2020

30 settembre: Consiglio Comunale. L'Ordine del Giorno

Commenta questa notizia