public/

Raggiunto da un colpo di fucile ad aria compressa, gara di solidarietà per salvare Peppe

Gara di solidarietà per aiutare Peppe, cane randagio salvato dall’associazione "SOS Adozioni4zampe Onlus" che la settimana scorsa lo ha trovato sul ciglio della strada in zona Barsento. Le immagini pubblicate su un post Facebook hanno fatto il giro del web ed in poco tempo si è creata un’attenzione particolare attorno all’animale che, già dalle prime, non riusciva a muovere gli arti posteriori e tremava dalla paura. Le volontarie lo hanno sottoposto alle cure veterinarie dalle quali è emerso un elemento sconcertante.

Peppino è stato raggiunto da un colpo di fucile, presumibilmente ad aria compressa, che gli ha compromesso l’utilizzo delle zampe posteriori. Inoltre, si legge in un post successivo alla diagnosi accompagnato da foto delle lastre, “Al momento del ricovero Peppe presentava febbre, lesioni molto profonde e infette già in una fase iniziale di cancrena, non manifestava alcuna sensibilità agli arti e coda e la muscolatura era ormai atrofica facendo ipotizzare che tutto fosse accaduto già da tempo”.

Così il personale veterinario avrebbe optato per l’amputazione delle zampe posteriori per bloccare l’avanzamento della cancrena. Ora Peppe avrà bisogno “di un corpetto idoneo per aiutarlo nel camminare, e di un materassino ortopedico”. Materiale che l’associazione guidata da Enza Ardone chiede di poter comprare contribuendo al sostegno dei costi, oppure di donarlo direttamente alla "SOS Adozioni4zampe Onlus" contattando il numero di cellulare 392 0030712 o tramite messaggio sulla pagina social.

Info notizia

Altre di comunità

03 giugno 2020

Mercato settimanale, riaprono i commercianti no food

03 giugno 2020

Festa della Repubblica. Nisi: "Fondamento, noi, domani"

01 giugno 2020

“Ferma il virus, salva il tuo ambiente”: Navita lancia campagna di sensibilizzazione

Commenta questa notizia