public/

Coronavirus: Ordinanza della Regione Puglia

In data 26 febbraio 2020 il presidente della Regione Puglia Michele Emilano ha emanato una Ordinanza avente ad oggetto “Ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-2019", con la quale vengono dettate alcune Misure di informazione e prevenzione:

  1. Per le scuole di ogni ordine e grado, le università, gli uffici delle restanti pubbliche amministrazioni devono esporre presso gli ambienti aperti al pubblico ovvero di maggiore affollamento e transito le informazioni sulle misure di prevenzione rese note dal Ministero della Salute
  2. Nelle pubbliche amministrazioni e in particolare nelle aree di accesso a strutture del Servizio sanitario, nonché in tutti i locali aperti al pubblico, devono essere messe a disposizione degli addetti, nonché degli utenti e visitatori, soluzioni disinfettanti per il lavaggio delle mani
  3. I Sindaci e le associazioni di categoria devono promuovere la diffusione delle medesime informazioni sulle misure di prevenzione presso gli esercizi commerciali
  4. Le aziende di trasporto pubblico anche a lunga percorrenza devono adottare interventi straordinari di sanificazione dei mezzi
  5. I viaggi di istruzione, le iniziative di scambio o gemellaggio, le visite guidate e le uscite didattiche comunque denominate, programmate dalle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado sono sospese fino al 15 marzo 2020
  6. Quanto alle procedure concorsuali deve essere garantita in tutte le fasi del concorso una adeguata distanza di sicurezza

L’Ordinanza conferma anche le misure già comunicate nella nota ufficiale del 24 febbraio: Chiunque abbia fatto ingresso in Italia negli ultimi quattordici giorni dopo aver soggiornato in zone a rischio epidemiologico, come indentificate dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, ovvero nei Comuni italiani ove è stata dimostrata la trasmissione locale del virus – Bertonico, Casalpusterlengo, Castelgerundo, Castiglione D'Adda, Codogno, Fombio, Maleo, San Fiorano, Somaglia, Terranova dei Passerini nella Regione Lombardia, Vo’ nella Regione Veneto - deve comunicare tale circostanza al proprio medico di medicina generale ovvero al pediatra di libera scelta. In tutti gli altri casi la comunicazione deve essere fatta ai Servizi di Sanità Pubblica territorialmente competenti.

Info notizia

27 febbario 2020

Altre di comunità

06 giugno 2020

Dopo la "quarantena", sportello psicologico gratuito

05 giugno 2020

Meteo: Allerta Arancione per temporali e vento

Commenta questa notizia