public/

La Ministra Bellanova a Noci

Ha fatto visita a Noci Teresa Bellanova, dal 2019 Ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali: ospite di Giovanni D’Ambruoso lo scorso sabato, la Ministra ha conosciuto e apprezzato la florida realtà di Delizia spa, eccellenza del settore caseario pugliese, incoraggiandola a continuare nell’impegno di valorizzazione e tutela del prodotto di qualità italiano. A darle il benvenuto i dirigenti e dipendenti aziendali che hanno definito la visita un momento di festa e confronto per rafforzare le potenzialità di sviluppo del comparto. Presenti anche i Sindaci dei comuni limitrofi, il primo cittadino Domenico Nisi, la consigliera Anna Maria Gentile con una delegazione provnciale di Italia Viva, il presidente Pierino Laterza e altri Dirigenti dell’ARA e una rappresentanza di allevatori locali. Mi complimento per la capacità di mettere insieme la filiera, ha dichiarato l'ospite, sono convinta che questo comparto può permettere all’Italia di dimostrare il meglio di sé.

Nel suo intervento ai presenti Teresa Bellanova ha, poi sintetizzato l’impegno a favore del settore: Io sto portando avanti una battaglia di attenzione per la filiera agroalimentare perché offre grandi opportunità per chi investe e per chi lavora. Una battaglia che trova spazio nella Legge di Bilancio per concentrare le risorse nel settore che consideriamo del futuro. Una battaglia sulla politica comunitaria: non solo per non tagliare le risorse ma per sostenere il settore con risorse aggiuntive; siamo i primi a farci carico del rispetto dell’ambiente, sosteniamo i progetti dell’agricoltura sociale, dell’agricoltura che crede nell’innovazione. Ma abbiamo bisogno di assicurare alle imprese una competizione leale.

Immancabile il riferimento all’importanza della tracciabilità del prodotto: ci sono tre passaggi fondamentali (la provenienza della materia prima, dove si produce e come si distribuisce) che rispondono non solo al palato ma anche al rispetto della salute. L’etichettatura del prodotto è una ragione di vanto e stiamo incontrando altri Paesi europei per trattare a testa alta, ha ribadito nel suo discorso, pima di affrontare anche la tematica dell’export internazionale: sappiamo in anteprima che i nostri prodotti non sono stati inseriti tra quelli penalizzati dai dazi imposti dagli Stati Uniti. Nei giorni scorsi ho, inoltre, incontrato il Ministro dell’Agricoltura russo perché non possiamo più continuare a sostenere l’embargo. È bene che l’Europa e la Russia facciano un passo avanti reciprocamente per rimuovere tali condizioni perché non può essere un solo settore a pagare il prezzo di scelte dettate dal mancato dialogo.

La mattinata è proseguita con la visita degli stabilimenti di Deliziosa, con grande interesse per i prodotti di punta come la burrata o il caciocavallo stagionato in grotta, prima dell’immancabile assaggio delle bontà nocesi.

Photogallery

clic x zoom

Info notizia

Altre di economia

04 aprile 2020

D'Ambruoso a "Dritto e rovescio"

02 aprile 2020

Scontro su prezzo del latte alla stalla, Bellanova: “No a speculazioni”

23 marzo 2020

“Minerva–anticorpi contro il coronavirus”. Tra gli sviluppatori Domenicomichele Silvestri

Commenta questa notizia