public/

Balab: Puglia Sviluppo presenta Nidi e Microprestito per nuove opportunità d’impresa

Si è svolto mercoledì pomeriggio presso la sala conferenze di Balab l’incontro promosso da Puglia Sviluppo e Comune di Noci per la presentazione di due linee d’intervento a sostegno di imprenditori e giovani che vogliano portare avanti nuove iniziative d’impresa.

Ad aprire l’incontro l’intervento della consigliera comunale Barbara Lucia che ha rimarcato l’importanza di questi momenti d’incontro per far avvicinare i cittadini alle misure di autoimpiego e di connessione tra pubblica amministrazione e cittadinanza. È toccato poi al giornalista Mario Forte presentare in linea di massima gli argomenti da trattare sviluppati poi negli interventi di Pierpaolo Caliandro e Saverio Tammacco rispettivamente Responsabile Reti Territoriali di Puglia Sviluppo e Consigliere di Amministrazione di Puglia Sviluppo. Il Microprestito per aziende e Nidi sono entrambi avvisi a sportello che significa, come dichiarato dai relatori, che non vi è alcuna scadenza per presentare i progetti o graduatoria per ricevere i finanziamenti. Inoltre Puglia Sviluppo segue tutte le fasi, dalla presentazione della domanda all’erogazione dei fondi, così da ridurre al minimo i tempi burocratici.

La misura del Microcredito si rivolge alle imprese già esistenti ed operative sul territorio pugliese. Questa misura gode di un finanziamento di valore compreso tra 5mila e 25mila euro per la realizzazione di nuovi investimenti o per spese di gestione. L’obiettivo della misura è quello di finanziare imprese non bancabili, ovvero che non hanno i requisiti patrimoniali e finanziari per ottenere un finanziamento dal sistema bancario. Nel caso specifico di Noci sono state 20 le domande presentate di cui 12 sono state dichiarate ammissibili. Delle altre otto, 2 erano prive di requisiti, 2 non ammissibili e 4 sono state le rinunce.

Nidi invece si rivolge ad un pubblico di giovani compreso tra i 18 e i 35 anni e alle donne di età superiore ai 18 anni. La misura offre un aiuto per l’avvio di una nuova impresa con un contributo a fondo perduto e un prestito rimborsabile sulle spese per investimenti. Per ottenere il finanziamento l’investimento proposto può avere un valore compreso tra 10mila e 150mila euro. A noci sino ad oggi sono stati presentati 39 progetti di cui solo 12 sono stati dichiarati ammissibili. Dei restanti 16 erano privi di requisiti, 5 sono stati dichiarati inammissibili, 5 sono state le rinunce ed 1 è in fase di istruttoria. "Le domande che sono state rigettate, dichiarano i relatori, sono il frutto di ignoranza e disinformazione. Inoltre, ricordano, non sono previsti titoli specifici: sono richiesti buona competenza del settore e idee chiare da parte dei proponenti".   

Info notizia

Altre di economia

13 febbario 2020

Noci alla BIT 2020

12 febbario 2020

Lotta allo spreco alimentare: una sperimentazione da prendere a modello

06 febbario 2020

Ivana Gentile protagonista al "Talent Challenge" di Londra

Commenta questa notizia