public/

Botta e risposta tra Facciamo Centro Noci ed Amministrazione

L’Associazione Facciamo Centro Noci ha diramato, oggi, un comunicato stampa con cui denuncia l’insoddisfazione per la mancanza di iniziative legate alle festività natalizie, sottolineando la differenza con i comuni limitrofi che hanno già dato il via al cartellone di eventi e spettacoli di luci capaci di attirare residenti e forestieri. Pronta la risposta dell’Amministrazione comunale che, con una nota a firma dell’assessore alle attività produttive Natale Conforti e dei Consiglieri Comunali Mariano Lippolis e Giuseppe Curci delegati rispettivamente per Cultura e Turismo, ha sollecitato l’Associazione ad una collaborazione fattiva e non ostativa, richiamando alla necessità di iniziative private, coraggiose ed efficaci.

Il comunicato dell’Associazione

L’Associazione Facciamo Centro Noci esprime tutto il suo disappunto nel constatare che ad oggi l’Amministrazione Comunale non ha provveduto né ad addobbare le vie della città né a comunicare un calendario di eventi per le festività natalizie.

Riteniamo sia necessario mettere in campo azioni che possano motivare i cittadini e i forestieri a vivere Noci nel periodo delle festività e a dare così maggiore impulso commerciale alle attività per le quali, questo periodo dell’anno, rappresenta statisticamente una quota importante del fatturato annuale già fiaccato da una congiuntura nazionale e locale decisamente non favorevole.

Constatiamo, con nostro rammarico, che le cittadine limitrofe hanno già dato vita a iniziative legate al periodo natalizio e che gran parte di esse coinvolgono in particolar modo i centri storici; non ci risulta che siano in programma iniziative destinate a questa zona del nostro paese che ci vede impegnati fin dalla nostra costituzione per cercare di valorizzarla attraverso i mezzi e gli strumenti a nostra disposizione e, lo riconosciamo, spesso anche con il sostegno dell’Amministrazione. All’Amministrazione stessa abbiamo dato da tempo la nostra disponibilità a collaborare per mettere in comune le rispettive risorse al fine di amplificare l’attrattiva turistica ed economica della nostra cittadina ed in particolare del borgo antico, e appare quindi tardiva la convocazione a noi oggi pervenuta per un incontro fissato per il giorno 6 dicembre “per discutere su eventuali iniziative e proposte per il prossimo Natale” in quanto riteniamo, nostro malgrado, non sussistano più i margini temporali per poter realizzare un’adeguata pianificazione condivisa.

Nonostante le criticità evidenziate, confidiamo che i nocesi sapranno sostenere il commercio locale guidati da quello spirito di appartenenza e solidarietà che caratterizza la nostra comunità.

 

La risposta dell’Amministrazione comunale

È certamente legittimo, da parte di cittadini e attività commerciali,  aspettarsi che l’Amministrazione Comunale coordini tutte le attività  volte a rendere il nostro Comune attrattivo in vista delle feste  natalizie, ed a questo stiamo provvedendo, nei limiti imposti delle  esigue risorse a disposizione, rese ancora più irrisorie poiché si è  deciso di chiudere l’anno andando a sanare tutti i contenziosi e le  situazioni debitorie che il nostro Comune aveva in sospeso ormai da  anni, in modo tale da poter tirare nel 2020 un respiro di sollievo.

Tuttavia, traendo spunto dai paragoni che, prima sui social in modo più esplicito e poi più velatamente nel comunicato divulgato, vengono fatti dall’associazione con i Comuni limitrofi, è opportuno riportare qualche passaggio omesso.

In primo luogo è bene specificare che se alcuni Comuni hanno potuto presentare, già a partire dallo scorso weekend, dei Centri Storici addobbati a festa, con allestimenti curati in ogni dettaglio che hanno attratto visitatori da tutta la Puglia, il merito sta nell’iniziativa privata di quelle attività che, singolarmente o in modo associato, hanno investito qualche migliaio di euro per raggiungere questo obiettivo. Solo quando l’iniziativa privata è coraggiosa ed efficace, infatti, il contributo del Comune può rappresentare quel quid in più necessario a rendere ancora più attraente la nostra città, non solo a Natale, ma tutto l’anno. E crediamo non si possano negare gli effetti positivi rinvenienti dal prolungarsi del calendario estivo fino a novembre.

Tornando, invece sull’argomento, vorremmo far presente che il primo incontro, tra gli altri, con l’Associazione Facciamo Centro, si è svolto più di un mese fa nella sede del DUC, alla presenza anche della Consigliera Anna Maria Gentile, proprio al fine di coordinare le attività natalizie. In quella sede è stato proposto di lavorare in sinergia per provvedere agli addobbi e alle luminarie nel centro storico. Diverse interlocuzioni si sono susseguite dopo quell’incontro, con massima disponibilità da parte nostra a collaborare. Da parte dell’associazione era anche giunta la proposta di organizzare un evento a metà dicembre, per il quale però la stessa ha dichiarato di non avere risorse. Al che, come per tutte le altre associazioni che hanno presentato istanza al Comune, abbiamo garantito anche questa volta il nostro sostegno. Ma nulla è stato concretizzato sinora. Se poi tale indisposizione derivi dalla mancata attivazione della ZTL, come è stato riportato in alcuni incontri, teniamo a dire che la programmazione degli eventi, che deve necessariamente seguire un calendario preciso, non può essere subordinata ai tempi tecnici necessari all’attivazione della zona pedonale, alla quale comunque si sta lavorando da tempo, nell’interesse tanto dei commercianti quanto dei residenti. E questo innanzi tutto perché tale azione, prima ancora di essere una richiesta rinveniente dall’associazione, è un punto presente nelle nostre linee programmatiche di governo, alle quali tale istanza non può che dare forza. A proposito, preannunciamo che sta per essere emessa Ordinanza ad hoc per il periodo natalizio, della quale a breve sarà l’Assessore Guagnano a dare comunicazione.

Senza sottrarci a quello che è il nostro dovere, credo sia finito il tempo di restare ad aspettare il contributo del Comune per attivare azioni mirate a promuovere le proprie attività private. Noi abbiamo il dovere di guardare alla nostra comunità nel suo complesso, senza dimenticare – soprattutto in questo periodo dell’anno – le tante fragilità presenti, le esigenze anche delle periferie, dove vivono e lavorano cittadini che hanno pari diritti rispetto a coloro che abitano nel centro storico, e le istanze che vengono anche da altre associazioni, le quali legittimamente possono decidere di allocare le loro manifestazioni in luoghi diversi dal centro storico. Sempre in considerazione delle limitate risorse a disposizione, che rende ancora più necessaria una sinergia tra pubblico e privato, come accade in altri Comuni che spesso prendiamo ad esempio.

Vogliamo rassicurare i cittadini: l’Amministrazione Comunale è al lavoro per consentire a tutti di vivere, come sempre, l’atmosfera delle feste. Nel mentre, rinnoviamo all’associazione l’invito a partecipare il 6 dicembre all’incontro convocato al fine di coordinare al meglio le attività in programma, che non risulta tardivo poiché, al contrario, è l’ultimo step di una serie di interlocuzioni avviate da tempo, alle quali alla nostra disponibilità si è risposto sempre con motivazioni ostative di ogni tipo. Siamo sempre fiduciosi nel fatto che si possa cambiare passo e inaugurare atteggiamenti votati alla collaborazione e al buon senso. E questa fiducia la traduciamo in un augurio per il nuovo anno.

Info notizia

Altre di comunità

25 settembre 2020

26 settembre: AVIS, giornata straordinaria della donazione

23 settembre 2020

26 settembre: Orto Fertile tra ricerca etnobotanica e biodiversità

22 settembre 2020

Nuovo caso di Covid-19 a Noci. Il primo dopo il lockdown

Commenta questa notizia