public/

Le 5^ classi della Positano incontrano Gianni Messa, giornalista de ''La Repubblica''

Il giorno 4 febbraio 2015, nell’Istituto Comprensivo ‘’Gallo-Positano’’ si è tenuto un incontro con il Dottor Gianni Messa, all’insegna della scoperta del giornale, della sua vita, dell’amore per la sua bellissima professione e dei suoi fantastici aneddoti.

Il giornalista ha iniziato il suo discorso parlando e raccontando la sua vita, la sua infanzia e la sua formazione nel capoluogo lombardo.

Il tema preponderante del suo discorso era la “Lettura”, elemento fondamentale per la formazione e l’incremento del sapere. Infatti, il dottor Messa ha ribadito spesso, durante il suo discorso, l’importanza di essa.

-“Non sarei arrivato ad esser quel che sono, se non avessi letto e studiato molto da ragazzo!’’- ha affermato. Ha ammesso anche di non essere mai stato portato per l’ambito scientifico, bensì più incline all’ambito letterario.

Gli alunni hanno formulato vari quesiti ai quali il giornalista ha risposto raccontandosi.

Un alunno della 5^D gli ha chiesto se avesse, conservata nel suo animo, una storia particolarmente speciale da raccontare. Messa ha assentito e poi raccontato: “La storia che più mi ha affascinato, non è una di quelle più sofisticate che occupa la pagina principale di un quotidiano, ma qualcosa di umile, di casuale….Questa storia narra di una ragazza appena 18enne che avrebbe dovuto affrontare, come tutti i suoi coetanei, l’Esame di Maturità. La particolarità che, però, la differenziava dagli altri era quella di avere nel suo grembo un altro corpicino, un cuore che batteva più forte del suo. Ciò che più commuove di questa storia è che la ragazza sia riuscita ad affrontare il grande esame della vita e poi ricevere il dono più grande: un bambino!’’

Il dottor Messa ha raccontato che il suo lavoro - per lui - è innanzitutto un hobby. È stato difficile realizzare il sogno del giornalismo, poiché in famiglia nessuno aveva mai avuto a che fare con questo mestiere. Nonostante tutto il merito è dei suoi genitori, che lo hanno sempre sostenuto, e grazie a loro è riuscito a divenire quel che è ora. Lo hanno sempre appoggiato e in quinta elementare gli acquistarono il primo registratore portatile. Fu da quel momento che la sua passione iniziò a maturare sempre più.

Dopo ha raccontato agli alunni come nasce il giornale.

Ogni mattina alle ore 12 c’è la prima riunione di tutti i giornalisti occupati in vari settori, che fanno un’analisi e un confronto fra tutti i quotidiani del giorno precedente. Nel pomeriggio c’è una seconda riunione per disegnare il giornale e scrivere le notizie sul computer e poi riportare il tutto sul cartaceo.

Poi il giornalista Messa ha fatto un gioco con gli alunni: ha raccontato una storia, mentre due alunni erano fuori dall’aula; poi loro, come due veri giornalisti, dovevano informarsi su cosa fosse accaduto.

Lo scopo di questo gioco è capire che il giornalista, per scrivere l’articolo, deve sempre basarsi su delle fonti vere.

In conclusione, da quest’incontro gli alunni han compreso che il lavoro del giornalista è, come gli altri, un mestiere che richiede impegno, dedizione e buona volontà. Ovviamente, per giungere a determinati livelli, bisogna costruirsi un percorso quotidianamente, passo dopo passo, per poi divenire qualcuno. Lottare sempre e non arrendersi mai!

Un ringraziamento di cuore tutti noi rivolgiamo al Dott. Gianni Messa per il suo carisma e la sua professionalità.

Le Insegnanti e gli Alunni delle classi quinte della Scuola Primaria Positano

Photogallery

clic x zoom

Info notizia

11 febbario 2015

Altre di scuola

30 gennaio 2020

"Quadri del Barsento", progetto verticale dell'I.C. Gallo-Positano

28 gennaio 2020

Insieme a Galla, il nuovo progetto dell'I.C. "Gallo-Positano"

30 novembre 2019

Eduscopio premia il "Da Vinci-Agherbino"

Commenta questa notizia