public/

La donazione della famiglia D'Aprile-Putignano

Alla presenza di un folto pubblico è stata inaugurata domenica 11 agosto la donazione alla Biblioteca comunale “Mons. Anastasio AmatullI” effettuata per consolidare il legame con Noci e in memoria di Donato D’Aprile (1927-2017) e Gabriella Putignano (1928-2017) da parte dei parenti residenti negli Stati Uniti e dei quattro figli. La liberalità è consistita nell’arredamento del salone a piano terra, già refettorio dell’antico convento dei Cappuccini, con l’obiettivo prioritario di creare un ambiente confortevole, funzionale, stimolante e familiare dove i fruitori, specialmente i giovani, possano non solo studiare ma anche socializzare e svolgere attività in piccoli gruppi, fare in qualche modo coworking, potendo nel contempo connettersi con realtà operanti fuori del contesto comunale e nazionale, grazie alla presenza di un grande video collegato in rete.

Al tradizionale taglio del nastro da parte del sindaco Domenico Nisi, è seguito l’intervento del direttore Giuseppe Basile che ha illustrato l’iniziativa e le tappe fondamentali della crescita della Biblioteca. Dopo lo scoprimento di un pannello a ricordo della donazione e dei benefattori, don Maurizio Caldararo ha impartito la benedizione e ricordato con la preghiera i coniugi D’Aprile-Putignano. È seguita la proiezione di un breve video, una sorta di spot dell’iniziativa, realizzato da Gabriella D’Aprile e Orazio Sansonetti con la volontaria e fattiva collaborazione delle associazioni Agricultura, Brigate per l’ambiente e Zoe e di alcuni giovani che hanno aderito al progetto.

Il clou della serata è stato sicuramente il collegamento, tramite skype, con Patrice e Gloria Fusillo, due figlie di cugini di Donato D’Aprile, residenti negli Stati Uniti, rispettivamente in California e nei pressi di New York. Durante la diretta, con l’assistenza della traduttrice Maria Nicla Chielli, entrambe hanno ricordato il legame d’affetto con i coniugi D’Aprile e con Noci, legame che tanti famigliari residenti negli USA hanno voluto rinnovare con la donazione alla Biblioteca, che non a caso ha adottato lo slogan Carrying forward the connection to Noci (portando avanti il legame con Noci). Francesco D’Aprile, il maggiore dei figli di Donato, parlando anche a nome dei fratelli Ignazio e Nicola e della sorella Chiara, dopo aver ringraziato Sindaco e Direttore della Biblioteca per la passione e la sensibilità dimostrate, ha fatto notare che dalla sala allestita si aprono delle metaforiche finestre sul patrimonio della Biblioteca, sul mondo e sulla comunità locale, attraverso le quali soprattutto i giovani possono interagire per crescere, creare e realizzare i propri progetti.

È toccato al sindaco Domenico Nisi chiudere la serata. Dopo i rituali ma sentiti ringraziamenti a tutti i famigliari D’Aprile, ha sottolineato il valore dell’azione e dell’essere propositivi e ha espresso l’auspicio che i giovani possano direttamente e responsabilmente contribuire alla gestione diretta della Sala appena inaugurata.

Photogallery

clic x zoom

Info notizia

13 agosto 2019

Altre di cultura

10 gennaio 2020

Acqua, bene fondamentale

09 gennaio 2020

Rinviata al 18 aprile la presentazione del libro "Alto Volume" di Francesco Giorgino

09 gennaio 2020

La fontana si racconta, dal 10 al 26 gennaio

Commenta questa notizia