public/

Otrè TT al 70.3 di Marina di Pisticci

Continuano gli appuntamenti della squadra dell’Otrè Triathlon Team impegnata lo scorso 25 aprile nella prima edizione del 70.3 di Marina di Pisticci. I quasi 200 atleti al via hanno percorso 1,9 km di nuoto, 90 km in bicicletta e 21,097 km di corsa in uno scenario naturale come quello del Porto degli Argonauti. L’Otrè si presenta ai nastri di partenza con numerosi atleti e registra la buona prestazione di Angelo D’Onghia che commenta così: "Una bella gara in una location bellissima come quella del Porto degli Argonauti. Personalmente sono arrivato abbastanza preparato alla gara e dopo il nuoto abbastanza ostico, che, delle tre frazioni è la mia pecca, sono salito in bici e ho impostato il mio ritmo gara recuperando parecchie posizioni, puntando di scendere dalla bici e riuscire a spingere di più nella corsa. Sono riuscito a chiudere abbastanza bene in 18^ posizione".

Esordio, invece, con il body dell’Otrè TT per il sardo Gianni Curridori e per il barese Saverio Scattarelli che commentano così la loro prova. "Pratico atletica da circa 4 anni, ma in questi anni ho fatto: maratone, mezze maratone, ultra trail, pista e molte gare su strada. Molti mi dicono che ho il dono della corsa nel sangue per via dell’appoggio del piede, per via della falcata; io, invece amo pensare che allenandomi bene e soprattutto migliorarmi, è la mia forza più che il dono... Un’ esordio che non capita tutti i giorni nel mondo del triathlon. Il giorno della gara ero abbastanza teso, mi sono preparato bene, da novembre fino alla scorsa settimana con tanti sacrifici. All’arrivo scopro di essere il secondo miglior tempo assoluto di tutta la gara, ma la vera sorpresa è stata quella di essere arrivato 8° assoluto e 2° di categoria dietro al grandissimo amico e capitano Michele Insalata, in 4h36’. Il prossimo obiettivo è Cala Ponte Triweek, dove mi auguro di dare ancora di più".

Gianni Curridori conclude: "Sono contentissimo del risultato ottenuto alla gara di Chia, in uno scenario bellissimo con dei panorami veramente stupendi, che la Sardegna ci offre e soprattutto, dovuto alla bellissima organizzazione del Chia Sardinia Triathlon 70.3. Una gara dura con personaggi importanti in start list, infatti, sono soddisfatto del risultato perché vengo da una condizione fisica alquanto precaria; quindi, ho lavorato molto per cercare di rimettermi in sesto. Mi attende tantissimo lavoro da fare ma la voglia e la grinta non mancano e soprattutto grazie ai nuovi stimoli della mia nuova squadra: l’Otrè Triathlon Team che ringrazio per rendere possibile tutto questo. Ci vediamo al Cala Ponte Triweek!".

Info notizia

Altre di sport

13 dicembre 2019

14-15 dicembre: il week end della nocibiancoverde

12 dicembre 2019

Futsal Noci 2019 raggiunge le Final Four di Coppa Puglia

11 dicembre 2019

Tie-break fatale per la Deco Domus

Commenta questa notizia