public/

“Solitudine e sete”, il bullismo di Dalessandro

C’è molto di Noci nel nuovo racconto di Fedele Dalessandro “Solitudine e sete”, presentato venerdì 11 gennaio scorso in prima assoluta al cineteatro Margherita di Putignano. Nocese è quasi tutto il cast di attori e comparse che ha preso parte alla pellicola, con Francesco Eugenio Curci nei panni del protagonista, Dario Palazzi, Francesco Dongiovanni e Antonello Boccardi, nel gruppetto di bulli, la voce narrante di Paola Palazzi, il cameo di Vincenzo Palattella e la canzone “Come ti vorrei” scritta da sua figlia Benedetta che funge da colonna sonora del mediometraggio ispirato alla poesia “Fiore di cactus” di Jose Saramago.

La pellicola racconta di un uomo, vittima di bullismo da piccolo, che da adulto si ritrova orfano dopo la perdita della madre. Con un giusto mix di effetti sonori e visivi accompagnati dalla voce fuori campo ci si immerge nel percorso di crescita del protagonista: da bambino vivace e curioso ad adolescente disorientato e introverso, che da adulto si trasformerà in un uomo inquieto e pauroso. Eloquente in questo senso è la scena tutta nocese, girata nella centralissima piazza Garibaldi, della violenza perpetrata ai danni del protagonista da parte di un gruppetto di bulli che gli vuole estorcere una sigaretta.

Un mediometraggio di 35 minuti che tocca un tema sociale molto attuale, ha tenuto incollati gli ospiti del teatro portandoli alla riflessione sulle conseguenze fisiche e morali che le vittime di bullismo possono portarsi dentro per tutto il resto della propria vita.

Info notizia

13 gennaio 2019

Altre di cultura

22 agosto 2019

22 agosto: Mario Biondi in concerto

21 agosto 2019

Tango e pizzica per Radici, e l’Anfiteatro si trasforma in pista da ballo

21 agosto 2019

21 agosto: Anastasio in concerto a Noci

Commenta questa notizia