public/

Il ritorno del Freedom Chorus

Dopo tre anni di assenza da Noci, è tornato il Freedom Chorus con il concerto di Natale, tenutosi, come di consueto, presso la parrocchia di San Domenico nella serata di sabato 22 dicembre.

Diretto egregiamente dal Maestro Davide Notarnicola, il coro ha introdotto il concerto con una riflessione sulla bellezza della diversità, e un messaggio di speranza, il tutto sulle incantevoli note della suite di Forrest Gump tratta dall'omonimo, fortunatissimo film di Robert Zemeckis. A seguire, un momento di grande dolcezza in cui un gruppo di bambini di diverse nazionalità, seguendo le immortali note di "We Are the World", ha sfilato l'uno accanto all'altro portando le bandiere di tutti gli Stati del mondo. Un inizio col botto perché rende appieno il tema della serata, ovvero quello di una musica coinvolgente, capace di annullare qualsiasi tipo di confine. Il concerto è continuato con le classiche canzoni natalizie, quindi via con le tradizionali "Happy Christmas" e "This Little Light of Mine", seguite da "Open the eyes of my heart, Lord" e "Immagine" con le voci soliste di Miriana Parchitelli e Ivana Rotolo.

Grazie alle melodie gospel e alla simpatia dei dieci componenti, anche questa volta il Freedom Chorus ha fatto centro e saputo allietare questo magico periodo di festa.

Info notizia

Altre di cultura

26 marzo 2019

“Sette secondi”, il libro di Ambrosecchia presentato a Noci

25 marzo 2019

Donato all'acqua ed alla comunità

25 marzo 2019

25 marzo: Che cos'è la filosofia

Commenta questa notizia