public/

Arriva Volt, il partito dei giovani

Sbarca a Noci "Volt", il movimento politico europeista che aspira a plasmare la politica europea. Nella serata di ieri, 8 novembre, sono state presentate, dai referenti locali e non, presso la birreria "Attenti al Luppolo", le linee programmatiche principali del movimento. A far conoscere "Volt" sono stati Leo (team leader della sezione di Bari) e Luca (risorse umane) spiegando la nascita di questo nuovo partito che non si schiera con nessuno ma che si impegna a dar voce a tutti coloro che ancora non ne hanno e che credono in una società aperta.

Definito da molti giornali "il partito dei giovani", Volt è in realtà un movimento trasversale perché propone un'idea condivisa dai molti, senza differenze di età o sesso, ed è nato dall'esigenza di un gruppo di amici, inizialmente composto da soli tre ragazzi sparsi per l'Europa, di potenziare l'Europa dopo la Brexit (2016). Alla base del progetto la voglia di riscatto e la voglia di far crescere l'economia attraverso l'utilizzo della tecnologia, tutto questo per permettere al cittadino di essere visto non come un numero ma come singolo. I due obiettivi principali di "Volt" sono: ispirare le persone e creare un movimento politico transnazionale grazie all'impegno volontario di chi crede nella possibilità di svecchiare e dare maggior credito alla politica, partendo dall'Europa. Il partito, riconosciuto ad oggi in sette paesi, si occupa dunque principalmente di diritti umani e si impegna a combattere il cambiamento climatico, l'analfabetizzazione e la disoccupazione giovanile, fermando allo stesso tempo le discriminazioni. Di fondamentale importanza sono le donazioni dei volontari e la visibilità, affinché sempre più persone vengano a conoscenza del movimento e delle sue idee.

Nella serata si è anche affrontato il delicato tema dell'immigrazione con statistiche mostrate dai due esponenti del partito. "Volt". in questo caso, propone due soluzioni: tra quelle a breve termine figura un'accoglienza continua a chi arriva, per poi passare in un secondo momento a soluzioni a lungo termine che comprendono un sostegno maggiore nei paesi di provenienza, la creazione di uno status legale economico del migrante e la possibilità di chiedere il diritto d'asilo. Non è mancato lo spazio dedicato agli interventi da parte del pubblico, che hanno aperto una discussione costruttiva e piena di spunti di riflessione. Infine l'invito a ricercare informazioni ancor più dettagliate sul sito ufficiale del partito e a seguire i numerosi incontri organizzati in Puglia.

Info notizia

Altre di politica

19 novembre 2018

Il ponte che non c'è

12 novembre 2018

Rapanà lascia Fratelli d'Italia

08 novembre 2018

Nisi: Nessun pericolo per lo storico ponte sulla Ferrovia

Commenta questa notizia



Weekly News

Qidea srl Editore

p.iva 07543340728
via Cesare Battisti, 43 - 70015 Noci (BA)
Registrato presso il tribunale di Bari al n. 356 del 10/12/1968
Direttore responsabile: Nicola Simonetti

NOCI gazzettino

Redazione
Largo Garibaldi, 1 - 70015 Noci (BA)
tel. +39 080 4979274 | info@nocigazzettino.it
Contatti | Archivio