public/

1° Workshop territoriale sulla rete delle cure

Si svolgerà domani sabato 6 e domenica 7 ottobre, presso il Liceo Scientifico ed il Chiostro delle Clarisse, il 1° Workshop territoriale sulla rete delle cure introduttivo alla comunicazione aumentativa alternativa. L’evento è promosso dall’associazione di Promozione Sociale ZOE in collaborazione con l’ASL Bari - Struttura complessa di Neuropsichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza, l’Università degli studi di Bari - Dipartimento della Formazione Psicologia e Comunicazione, l’ISAAC Comunicazione Aumentativa, l’ISS Da Vinci-Agherbino di Noci e SIDIMA – Società Italiana Disability Manager, gli Istituti Comprensivi del nostro territorio, e con il patrocinio dell’Ufficio del Garante regionale dei diritti delle persone con disabilità.

L’iniziativa, in linea con quanto stabilito dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, ha lo scopo di potenziare i servizi di prossimità attivando collaborazioni strutturate e durature fra i diversi nodi della rete presenti sul territorio (amministrazione comunale, istituzione scolastica, università, famiglie, servizi socio – sanitari, associazioni e servizi culturali e di educazione non formale).

"L’evento in questione si presenta quale iniziativa particolarmente significativa, in quanto si pone non solo come evento introduttivo alla CAA, ma altresì come momento iniziale di un percorso volto alla realizzazione di una rete di prossimità di protezione e cura che veda quali soggetti agenti, al contempo, strutture e risorse che garantiscono prestazioni socio-assistenziali e sanitarie, pubblici amministratori, dirigenti scolastici, insegnanti, operatori educativi. Insomma, la comunità nella sua interezza – ha dichiarato l’assessore alla Socialità Marta Jerovante – La tutela dei diritti di cittadinanza delle persone tutte, ma, ancor più, di coloro che presentino spiccate condizioni di vulnerabilità impone l’attivazione di modalità di collaborazione connotate da un approccio integrato sul piano culturale, organizzativo e professionale. Obiettivo ultimo di questo primo evento è dunque lo sviluppo progressivo ed integrato di una rete di servizi, interventi e progetti personalizzati di natura sanitaria, sociale e socio-sanitaria. Le finalità dell’iniziativa, perlatro, risultano perfettamente coerenti sia con le Linee Programmatiche di questa Amministrazione sia con gli obiettivi del Piano Sociale di Zona, e per questo abbiamo deciso di sostenerla".

Info notizia

05 ottobre 2018

Altre di comunità

15 febbario 2019

La via di San Benedetto, il cammino guidato di Puglia Trek&Food

15 febbario 2019

Replica dell'assessore Guagnano

Commenta questa notizia