public/

La Matta con Noci Vintage

E’ tornata ad animare la Valle d’Itria, la ciclostorica pugliese de “La Matta”. Un prodotto interamente made in Noci, frutto della passione e inventiva del team Noci Vintage, ben rappresentato da presidente Vito Nardulli e dal suo vice Giulio De Tintis, oltre che da un entourage di circa 40 persone, unite dalla voglia di trasmettere una bella esperienza di sport e condivisione incastonata in insolite atmosfere vintage.

Ai partecipanti è stato esplicitamente richiesto, infatti, look d’epoca o d’ispirazione: maglie e calzoncini in lana per le bici da corsa, gentleman e pin-up per quelle da passeggio. Sono stati, infatti, due i percorsi snodatisi dal centro cittadino, nella prima mattinata di domenica 3 giugno. Il primo, riservato alle bici da corsa antecedenti il 1987, si è snodato sino a Martina Franca attraversando Alberobello, Cisternino e Locorotondo, per poi tornare a Noci. Il secondo, invece, ha fatto tappa solo ad Alberobello ed è stato partecipato da sole bici da passeggio. L’evento, 4° tappa ufficiale dal Giro d’Italia d’Epoca, ha registrato anche quest’anno una discreta affluenza con circa 136 iscritti rispettivamente ripartiti in 70% per il percorso lungo e 30% corto. Mani alle statistiche, il primato di ciclista più adulto spetta ad un 86enne fruitore del percorso breve; nella categoria “bici da corsa”. Doveroso segnalare la presenza di forestieri, giunti per l’occasione da tutta Italia: Trentino, Sudtirol, Campania, Emilia-Romagna, Toscana, Lazio e Basilicata.

Alla sua terza edizione, dunque, “La Matta” si riconferma un evento di punta di caratura regionale, utile a stimolare il turismo e la conoscenza paesaggistica del territorio, oltre che promuovere aggregazione e modelli efficaci di associazionismo. “Oltre a tutti i nostri partners, mi preme ringraziare tutti i ragazzi che collaborano con noi, indispensabili per il buon esito dell’iniziativa” ha dichiarato De tintis. Il team ha infatti predisposto l’accoglienza e poi  la premiazione, il rinfresco e la consegna di gadget e prodotti tipici locali a tutti i ciclisti, convogliati, a fine corsa, presso la sede di via Principe Umberto; il momento è stato allietato dalle note swing della "Spaghetti Brothers band". A fare da cornice alla due giorni di "Matta" anche l'allestimento di una mostra di cicli d’epoca (bici da lavoro e pezzi unici di inizio 900) presso il Chiostro delle Clarisse.

Info notizia

Altre di comunità

20 aprile 2019

La Via Crucis con il Cristo di Casaboli

20 aprile 2019

Manichino d’Oro, presentata la X edizione

19 aprile 2019

Centro di Raccolta, i giorni di chiusura

Commenta questa notizia