public/

Domenico Turi al Teatro La Fenice

Venerdì 30 marzo 2018 alle ore 20:00, il maestro trevigiano Andrea Marcon, fondatore dell’Orchestra barocca di Venezia e dal 2012 direttore musicale e artistico della Orquesta Ciudad de Granada, dirigerà l’Orchestra del Teatro La Fenice in un programma musicale articolato in tre parti: aprirà la serata la prima esecuzione assoluta dell’ouverture sinfonica Come foglie innocenti, una commissione al compositore Domenico Turi nell’ambito di «Nuova musica alla Fenice», l’iniziativa realizzata con il sostegno della Fondazione Amici della Fenice e con lo speciale contributo di Nicola Giol; seguiranno la Sinfonia n. 4 in do minore d 417 di Franz Schubert – l’autore cui è dedicato il cartellone di questa Stagione – e lo Stabat Mater di Giovanni Battista Pergolesi, nel quale spiccheranno le voci soliste del soprano Silvia Frigato e del contralto Francesca Ascioti.

Con la composizione Come foglie innocenti, il nocese Domenico Turi (1986) propone "Un momento di sospensione, di riflessione, di preghiera. In una società dedita solo a correre senza direzione, senza senso, si è perso il contatto con la natura, con la vita, con il respiro stesso. Troppe sono le vite che cadono e si spengono senza l’attenzione che meritano, senza amore e senza rispetto. Come foglie innocenti è solo un pensiero, spero contagioso".

Il concerto sarà preceduto da un incontro, a ingresso libero, con il musicologo Roberto Mori che, dalle 19:20 alle ore 19:40, illustrerà il programma musicale nelle Sale Apollinee del Teatro La Fenice.

Info notizia

29 marzo 2018

Altre di cultura

22 marzo 2019

23 marzo: Presentazione del libro "Donato all'acqua"

21 marzo 2019

Paolo Saporiti in concerto a Noci

18 marzo 2019

Ignazzi: Un viaggio senza bagaglio

Commenta questa notizia