public/

Il Commissario Spiedone arriva nella Farmacia Gasparro

Ancora una volta Noci diventa scenario per il piccolo schermo. Dopo il ristorante L'Antica Locanda è il turno della Farmacia Gasparro a far da cornice ad una delle ultime scene della sit-com "Il Commissario Spiedone". Attori per un giorno sono stati gli spigliatissimi dottori e farmacisti che si sono prestati, tra un cliente e l'altro, a girare alcune scene.

"Il Commissario Spiedone" nasce da un'idea di Matteo Pedone (che veste i panni del commissario). La sit-com (che sarà possibile seguire su reti regionali, nazionali e sul web) ha un copione comico-poliziesco e ruota attorno alla figura del divertentissimo commissario che indossa gli abiti di uno sceriffo americano e si muove a bordo di una Fiat 500. In un piccolo borgo pugliese la pace degli abitanti è minacciata dall'offensiva della criminalità. Alla sua attenzione diversi casi, risolti grazie e soprattutto alla sagacia della piccola Luce (Ludovica Pedone), con la collaborazione del sacerdote Don Perignon (Rocco Pietrantonio) e dell'affascinante e astuta ispettrice Sandy (la nocese Giovanna De Crescenzo)... a loro il compito di catturare i colpevoli mentre al Commissario Spiedone i meriti.

Nel cast anche grandi nomi come Maurizio Mattioli, Francesco Benigno, Alvaro Vitali, Beppe Convertini e Gerardo Placido. "Questa idea ce l'avevo da qualche anno ormai - spiega l'ideatore e regista del progetto, Matteo Pedone, che continua - E' un po' surreale, dando l'ironia su cose che accadono ogni giorno. Al giorno d'oggi non tutti possono permettersi di andare al cinema, le persone che ci vedono da casa hanno bisogno di ridere, per questo cerchiamo di strappare un sorriso a tutti quelli che ne hanno bisogno".

Tra gli attori presenti a Noci anche il celebre Rocco Pietrantonio, attore e speaker di Radionorba ma anche opinionista per diversi programmi su reti nazionali come Pomeriggio Cinque e La Vita in Diretta: "Sono molto a mio agio perché comunque ho uno spirito molto ironico, quindi fare questa sit-com mi gratifica molto. Il mio primo lavoro è in radio, ogni giorno vado in onda con Radionorba, poi spesso e volentieri mi capitano delle ospitate in tv. Sicuramente la radio, è stato il mio primo amore perché riesco proprio ad identificarmi con le mie potenzialità e le mie capacità. Poi tutto il resto, dalle conduzioni televisive, alle serate che faccio nelle conduzioni mi gratificano molto".

Photogallery

clic x zoom

Info notizia

Altre di comunità

03 giugno 2020

Mercato settimanale, riaprono i commercianti no food

03 giugno 2020

Festa della Repubblica. Nisi: "Fondamento, noi, domani"

01 giugno 2020

“Ferma il virus, salva il tuo ambiente”: Navita lancia campagna di sensibilizzazione

Commenta questa notizia